Le componenti della prestazione sportiva

Tempo di lettura: 1 Minuto
le componenti della prestazione

Molte volte si vedono atleti che, a seguito di errori inaspettati o situazioni sfavorevoli, iniziano a sbagliare tutto, a non rendere quanto prima, ad essere nervosi o apatici. Non importa quanto ci si è allenati, quindi, perché ci sono chiaramente altri fattori che incidono sulla performance.

Sands e Stone (2005) individuano 5 componenti della prestazione che, se curate adeguatamente, possono favorire il raggiungimento di risultati soddisfacenti.

  • Fisica: un’atleta in forma potrà essere nella condizione di gareggiare al top.
  • Tecnica: la capacità di mettere in atto gesti di qualità aumenta la possibilità di riuscita.
  • Tattica: essere in grado di creare la strategia più idonea alle varie situazioni è una prerogativa di allenatori e atleti (in particolare nelle competizioni in solitaria, come la maratona).
  • Teorica: conoscere le varie regole del gioco, per sfruttarle anche a proprio vantaggio, è un aspetto fondamentale per rendere al meglio.
  • Psicologica: un’atleta adeguatamente motivato, capace di gestire i suoi pensieri e di reagire agli ostacoli ha più chance di vittoria rispetto a chi non lo è.

Ovviamente, come psicologo, ho il compito dedicarmi all’ultimo punto. Attraverso un percorso di Mental Training o un intervento specifico, sono tanti i modi in cui si può aiutare uno sportivo a superare le difficoltà e ad esprimere il proprio potenziale. In molte situazioni risulta utile collaborare con i gli “altri preparatori”, in un piano che preveda lo sviluppo di tutte le componenti di una prestazione. In quest’ultimo caso tutto viene fatto nel pieno rispetto del codice deontologico degli psicologi.

Bibliografia

Sands, W.A.; Stone, M.H. (2005). Monitoring elite athlete. Olimpi Coach, 17, 4-12.

Vuoi contattarmi per informazioni o conoscermi? Compila il modulo qui sotto

HomeChi SonoAttivitàApprofondimentiContattami

FacebookInstagramYoutube